Non a caso, se si volesse ampliare un po’ la definizione di blog, questo andrebbe considerato come un sito o una pagina web tramite cui uno o più utenti – a seconda che si tratti di blog personali o blog collettivi – condividono opinioni personali su fatti di interesse generale o su temi e argomenti rilevanti per una certa nicchia di altri internauti. Tra le ragioni del successo del blogging e per cui i blogger potrebbero essere considerati per certi versi dei veri e propri precursori dell’ influencer marketing , del resto, c’è proprio la fiducia guadagnata presso la propria comunità di lettori in virtù di una certa consonanza di interessi, gusti, opinioni o di una expertise maturata in un campo specifico tale da rendere il blogger una figura di riferimento, com’è successo, per esempio, per il tech blogger Salvatore Aranzulla, ancora oggi tra i blog più seguiti in Italia.

Prima di rispondere insomma alla domanda “Come aprire un blog?“, sarebbe il caso di chiedersi “Perché aprire un blog?“. Il blogger o l’appassionato di scrittura desideroso di avere uno spazio proprio e da gestire a piacimento dovrebbe, cioè, operare in anticipo una sorta di analisi di scenario, tenendo conto di quanto popolata è per esempio la nicchia della blogosfera  – che sia quella dei blog di cucina, dei book blog, dei blog di attualità, ecce. – in cui sta provando a penetrare, di chi sono i suoi principali competitor e quali i bisogni, più o meno espliciti, della sua possibile audience.

SHOP NOW